Siculìa

Il cioccolato e la tradizione azteca

Siculìa
31/05/2018

Secondo l’antica ricetta azteca, i semi di cacao, tostati e macinati, formano una massa che viene riscaldata finché diviene fluida.

La massa è miscelata con zucchero semolato di canna e lavorata a freddo, ad una temperatura di circa 40 °C, versata in stampi di latta di forma rettangolare.

Così otteniamo le tradizionali tavolette di cioccolato di Modica, con i dolci cristalli di zucchero che si fondono in bocca.

 

IL CIOCCOLATO “CIBO DEGLI DEI”

Mai la natura ha racchiuso un così alto valore in uno spazio piccolo quanto il seme di cacao. Il Cioccolato è passione, esperienza sensoriale che coinvolge l’olfatto, il gusto, la vista e il tatto.

A Modica il cioccolato ha trovato la sua casa nella antica lavorazione artigianale a freddo giunta fino a noi grazie agli spagnoli durante la loro dominazione in Sicilia. Furono loro infatti a conoscere nel Nuovo Mondo lo Xocoatl, un prodotto che l’antico popolo azteco estraeva dai semi di cacao, macinandolo su una pietra chiamata metate.

Dal raffinato profumo di spezie e dalla tipica consistenza granulosa, viene realizzato con l’impiego di ingredienti puri e genuini, dai quali derivano le sue elevate proprietà nutritive e organolettiche.


Scopri tutti i prodotti